Resta Aurora – Curriculum Vitae

AURORA RESTA

Curriculum

Nata a Faenza,  città alla quale è profondamente legata,  per frequentare l’università,  si trasferisce  con la famiglia a Roma, dove ancora risiede.  A Roma, nel 1978, si laurea con lode  in  Architettura presso l’Università  “La Sapienza” e successivamente consegue il diploma di  Specializzazione per lo Studio ed il Restauro dei Monumenti.  E’ iscritta all’ Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia dal 1979.

Alla fine degli anni settanta, insieme ad altri architetti, come lei appena laureati, fonda una cooperativa che svolge una serie di attività che spaziano dalla progettazione alla  direzione lavori; fra i vari incarichi : gli interventi nel verde per il Parco Archeologico del Tuscolo, per l’ XI Comunità Montana del Lazio  e  la sistemazione di Corso Italia e delle aree limitrofe a verde attrezzato, nel  Comune di Ladispoli.

All’ inizio degli anni ottanta viene  assunta negli uffici tecnici del Comune di Roma dove, nel corso degli anni, consegue una notevole esperienza nella progettazione e direzione lavori di spazi ed edifici  storici nel centro monumentale della capitale.   In particolare, partecipa alla redazione del recupero edilizio – urbanistico dell’ex Ghetto :  nel 2000, fa parte del gruppo di progettazione per la ristrutturazione edilizia dell’ex Convento di S. Bartolomeo all’Isola Tiberina, attuale Ospedale Israelitico, e dirige il cantiere per il recupero dell’area pedonale del Portico d’Ottavia e delle Vie adiacenti; inoltre, nell’ambito del programma di riqualificazione urbana dell’Esquilino,  interviene in vari  lavori di sistemazione pedonale e stradale : nei Portici di Piazza Vittorio Emanuele II, a Largo Leopardi e a Via Merulana.  Progetta e dirige alcuni appalti per la valorizzazione di piazze e vie storiche : Piazza dell’Orologio, Piazza della Pilotta, Piazza Iside, Piazza dell’Immacolata, Piazza Pepe, Via Vittorio Veneto; collabora ai  lavori  per la ristrutturazione dell’ “Aranciera”, all’epoca sede dell’Ufficio Comunale per la Città Storica, e per il recupero di  alcuni Padiglioni nel complesso dell’ex Mattatoio.  Partecipa alla risistemazione di  alcune aree verdi, come il Parco della Resistenza e il Parco di Via Statilia e, in qualità di responsabile dei procedimenti, si occupa degli appalti relativi alle riqualificazioni urbane del Tridente : da Via del Corso a Via del Babuino fino a Via Tomacelli  e degli ambiti ricadenti su Viale Aventino e Via di Tor di Nona.  Nei suoi ultimi anni lavorativi, presso l’amministrazione del Comune di Roma,  dal 2011 al 2018, è impegnata nella predisposizione di progetti e appalti per la ristrutturazione edilizia di alcuni  fabbricati dismessi in periferia, principalmente ex scuole, da destinare a scopi sociali.

Negli anni dal 1995 al 2001, le vengono assegnati, dagli Uffici per la Formazione Professionale del Comune di  Roma, incarichi  annuali  per svolgere, nelle scuole serali comunali, lezioni riguardanti l’arte, l’architettura, l’urbanistica e la storia della città antica, attraverso la conoscenza dei monumenti e delle tecniche edilizie, negli spazi pubblici e privati.

Allo stesso tempo, si dedica a varie ricerche e manifestazioni culturali e,  tra le piu’ importanti, interviene : – al Congresso Nazionale di Architettura “Insediamenti Italiani negli anni ottanta”, sul tema: “Le trasformazioni per il recupero del patrimonio edilizio esistente”, – al 10° Seminario Internazionale nel 1991, sul Fiume Enisei, Siberia Centrale: “Storia, Architettura e Paesaggio”, Krasnojarsk – Dixon (Russia), – all’ organizzazione e allestimento del “Padiglione Italiano del Restauro” ad  Amsterdam nel 1992, in occasione della Fiera Internazionale del Restauro, con il patrocinio del Ministero per I Beni Culturali e del Ministero per il Commercio Estero; inoltre,  in qualità di vice presidente dell’ A.I.B.C.A. (associazione italiana beni culturali ambientali) partecipa ai lavori di organizzazione  di  alcuni Seminari di Studio nel Mezzogiorno d’Italia  sui  Beni Culturali e nel  giugno del 1994,  è membro del Comitato Scientifico alla Manifestazione “CulturAmbiente: Settimana per i Beni Culturali a l’Aquila.  Presso l’Università di Roma “La Sapienza”, interviene con delle relazioni a diversi seminari  : – in merito ai restauri della Fontana di Trevi”, – sull’inquinamento atmosferico e i beni culturali”, – sulla Chimica e le  Analisi di Qualità per l’ Archeologia”.

Infine, in questi ultimi dieci anni, come socia onoraria dell’Associazione Art Arvalia Onlus del Municipio XI, collabora a molteplici attività volte alla valorizzazione e divulgazione della Cultura, dell’Arte, dei Valori Ambientali e Territoriali per  sviluppare tra la gente una migliore socializzazione e conoscenza del proprio quartiere.  In particolare, partecipa a Mostre d’Arte, Dibattiti ed Eventi Culturali, organizzati principalmente all’interno di :  Biblioteche Comunali, Sale Consiliari, Teatri, Parrocchie, Ospedali e  Mitreo di  Corviale, nonchè in altri luoghi di prestigio al chiuso o all’aperto, collocati in varie zone  di Roma.

Roma, maggio 2019