Il portale degli Artisti del XV Municipio di Roma

Home | Associazione | Comunicazioni | Mostre | Stampa | Critica | Note personali | Poesia | Incontri | Altre mostre | Inviti | Archivio | Contatti

 

 

 

Gallerie

 
\\ Home : Storico : Altre Mostre (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di Redazione Art Arvalia Onlus (del 19/06/2018 h 16:13:54, in Altre Mostre , linkato 117 volte)

LA FAMIGLIA UGOLINI E ART ARVALIA ONLUS RICORDANO VITTORINO UGOLINI

CON LA MOSTRA D’ARTE

“DALL’ARTIGIANO ALL’ARTISTA POLIEDRICO E SENSIBILE...”

Sabato 16 Giugno us - alle ore 17 - nello Studio Ugolini - Via dell’Imbrecciato, 206 – 00149 Roma – la Famiglia Ugolini e i Soci di Art Arvalia Onlus hanno organizzato  una Mostra personale del carissimo Socio Pittore, purtroppo scomparso ai primi di Aprile di quest’anno, per ricordarlo con tanta stima, affetto e nostalgia...

In un ambiente tutto completamente tappezzato dei suoi quadri, numerosi, coloratissimi e assai diversificati nelle tecniche e nei soggetti, ispirati alla natura, alla sua terra di origine, la Calabria, agli scorci romani, alle nature morte, ai temi legati alla danza, alle maschere, ai miti, finanche al mondo surrealista, il figlio Alessandro ha salutato e ringraziato i numerosi presenti e, con grande commozione, ha raccontato la vita del papà, leggendo alcuni suoi scritti autobiografici molto toccanti... dagli inizi difficili, senza prospettive, nel suo paese di origine Fagnano Castello (CS) al trasferimento a Roma, nel 1953, dove comincia a lavorare con l’Architetto Luigi Carboni da cui apprende l’Arte della Pittura. Il figlio si è soffermato poi su alcuni soggetti molto interessanti, ispirati ai lavori del Carboni, ripetuti varie volte con diverse atmosfere cromatiche e via via ci ha fatto immergere nel mondo poetico del papà, tanto variegato e ricco di innumerevoli personaggi ripresi dalla realtà o reinventati con la fantasia e il sogno...

Così Vittorino scriveva: ”...L’Amore per l’Arte...Dipingo solo per una necessità interiore... Ho sempre lavorato per il gusto dell’Arte e del Bello che fa parte del mio essere: tutto questo mi riempie di orgoglio e di soddisfazione...”

Un altro momento di grande commozione è stato quando la figlia Graziella ha distribuito ai presenti un cartoncino rosso con un Invito ad una Mostra personale – con uno spazio lasciato bianco per il giorno e l’ora - che Vittorino aveva fatto stampare tempo fa... Ecco, Sabato u.s., il suo sogno si è realizzato e tutti ne siamo stati molto contenti e pensiamo lo sia stato anche lui!

Il figlio Alessandro, dopo aver letto un bellissimo componimento poetico del papà,  dedicato alla Presidente Anna Maria Trinchieri, le ha dato la parola. La Trinchieri ha espresso – a nome di Art Arvalia Onlus - la grande stima, il profondo affetto e l’immensa gratitudine per Vittorino, sia come persona che come Artista. Ha letto il biglietto scritto dai Soci nell’ultima Assemblea, tanto addolorati della  scomparsa di Vittorino ma convinti che, con la sua Arte, lui rimarrà per sempre presente tra noi! “...Non dimenticheremo il suo sorriso buono, la sua disponibilità e la sua gentilezza d’animo!...”

Anche la Presidente Onoraria Paola Salvini – che ha espresso desiderio di collaborare con noi e di partecipare a qualche nostra Mostra futura - ha poi voluto esprimere affetto e apprezzamento sia all’Artista che al “tecnico”, dalla speciale manualità e capacità operativa. Dall’incontro con lei, nel 2006, l’Ugolini comincia –come Socio - un iter artistico di grande rilevanza, partecipando alle numerose e importanti Mostre ed Eventi d’Arte di Art Arvalia Onlus.

Anche Mari Clemente l’ha voluto ricordare ed elogiare come un uomo di altri tempi, per delicatezza d’animo, signorilità e generosità, mettendo in evidenza come queste qualità siano precipue di una cultura ed un’educazione di stampo meridionale. Primo Gambini ha donato una originale locandina – da lui elaborata - con l’immagine di uno dei più bei quadri dell’Artista – “Luce lunare”- con il suo viso in sovraimpressione.














Stefania Chiucchiù ed Ada Risi – molto affettuosamente presenti - hanno annunciato che si iscriveranno di nuovo ad Art Arvalia Onlus per l’anno prossimo! Ne siamo proprio felici! E pensiamo che lo sia anche Vittorino che tanto era legato all’Associazione cui ha dato sempre sostegno, fin negli ultimi giorni di vita... Infine i Soci sono stati invitati a scegliere un’opera dell’Artista, lasciando una libera offerta, a testimonianza dell’apprezzamento e del valore della stessa. Gli altri quadri saranno accolti dal Comune di Fagnano Castello, in segno di riconoscenza e stima nei riguardi di un cittadino cha ha dato lustro al suo  paese di origine.

Con una foto di gruppo con la gentilissima e affabile Signora Rita, la moglie, l’affettuosa figlia Graziella, il carissimo figlio Alessandro e la famiglia, i Soci di Art Arvalia Onlus e gli amici presenti, il pomeriggio particolarmente intenso ed emotivamente  condiviso, si è concluso, lasciando nei nostri cuori sensazioni  di benessere interiore e soddisfazione intima, non disgiunti da sincera nostalgia e profondo rimpianto...

Anna Maria Trinchieri

Redazione Art Arvalia Onlus

 
di Redazione Art Arvalia Onlus (del 26/11/2017 h 15:23:54, in Altre Mostre , linkato 306 volte)

INAUGURAZIONE COLLETTIVA

D’ ARTE  “BLU”

17-23 Novembre 2017

 

Venerdì 17 Novembre us c’è stata l’inaugurazione della Collettiva d’Arte “BLU” nell’accogliente Galleria d’Arte Spazio 40, Via dell’Arco di San Calisto, 40 – Roma, allestita con molto gusto e professionalità dai galleristi Tina Loiodice e Fabrizio Ena.

Hanno partecipato alla Mostra- molto particolare per il fatto che tutti i lavori avevano come colore dominante il blu- due Socie di Art Arvalia Onlus, Loredana Giannotti e Anna Maria Trinchieri, con quadri molto apprezzati dal numeroso e interessato pubblico presente.

Durante l’evento,  c’è stata anche la presentazione, appassionata e coinvolgente, di due (Sandra Beronesi e Cristina Petrucci) delle sette autrici del libro, dal titolo “Lei guarda spesso il mare – ASPASIA” (con copertina blu!), la cui protagonista è una donna famosa dell’antichità, che ha incarnato un ideale di amore per la conoscenza, invero ancora oggi valido e di profondo significato per tutti noi...

La serata si è conclusa con un allegro brindisi!

Anna Maria Trinchieri

Redazione Art Arvalia Onlus

Roma, 23 Novembre 2017

 
di Redazione Art Arvalia Onlus (del 15/11/2017 h 17:26:09, in Altre Mostre , linkato 165 volte)
                    
 
di Redazione Artarvalia (del 12/11/2013 h 20:08:22, in Altre Mostre , linkato 952 volte)

Nella prestigiosa sede del Seraficum si è svolta dal 25 ottobre al 4 novembre 2013 la Ventisettesima Edizione del Concorso promosso dall’Organizzazione Urbis et Artis.  Sette “ coraggiose “  pittrici di Art Arvalia -G. Cacciani, E. De Meis, S. Limatola, A.G. Pozzi, K. Seri, P. Salvini, A.M. Trinchieri  - hanno accettato di mettersi in gioco, presentando le loro opere a tema libero, sono state selezionate e inserite nella  manifestazione. Il vernissage, sapientemente organizzato dal curatore e responsabile del Concorso Gastone Indona,  è stato inaugurato con un’interessante conferenza, tenuta da Esperti d’Arte delle tre sezioni presenti: Arte Digitale, Scultura, Pittura. Indona ha voluto sottolineare la qualità molto alta delle opere selezionate e ha spiegato le modalità del Concorso stesso che si protrarrà per tutto il prossimo anno con altri cinque eventi. A seguire, il numeroso pubblico presente ha visionato le opere degli oltre cento artisti presenti,  esposte in due grandi saloni ben illuminati e ha potuto incontrare gli autori anche durante il raffinato aperitivo che ha concluso la serata.

Chi scrive ha partecipato all’iniziativa e, anche a nome delle altre pittrici presenti,  vuole testimoniare l’impressione positiva ricevuta  dall’organizzazione dell’Evento e ricorda a tutti i Soci che possono inserirsi nel Calendario  delle Mostre del 2014.

 

Per la Redazione

Anna Grazia Pozzi

 
di Paola Salvini (del 17/10/2013 h 21:16:40, in Altre Mostre , linkato 1059 volte)

Invito alla Prima Mostra  27° Premio Internazionale Urbis et Artis del 25 Ottobre 2013 – ore 17- Università Pontificia del Seraphicum – Via del Serafico 1 – 00142 – Roma

Alla Mostra  partecipano vari Artisti di Art Arvalia,  nel Salone centrale dell’Università Pontificia del “Seraphicum” di storica istituzione, da sempre oasi ideale di studio, d’incontri intellettuali e sociali, grazie anche al Cineforum annuo, oltre che di importanti eventi accademici e culturali svolti nella magnifica Aula Magna- Teatro.

Sono cinque le Mostre organizzate per le selezioni del “Premio Internazionale Urbis et Artis” e cadenzate nel 2013 il 25 Ottobre, nel 2014 a Febbraio, Aprile, Giugno, Settembre e con la Mostra finale del 2-7 gennaio 2015.

 Ad ogni edizione del Premio, mentre gli artisti presenti rappresentano la pluralità dei diversi linguaggi dell’arte il personaggio che assiste, accompagnato nella presentazione logistica dell’Evento, rappresenta il suo Padrino. Quest’anno farà gli onori di casa il Maestro Ennio Calabria, interprete di una pittura di cui è entrato a buon diritto nella storia dell’arte della seconda metà del ‘900, acuto osservatore e lettore dell’arte contemporanea.

 
di Redazione Artarvalia (del 25/06/2013 h 12:34:05, in Altre Mostre , linkato 1278 volte)

Comunicato stampa

Le sale espositive dell’ ex Monastero dei  Benedettini di Monreale ospiterano, dal 29 giugno al 31 agosto 2013, più di trecento opere di altrettanti artisti provenienti da varie regioni d’Italia e paesi esteri.  L’occasione è legata alla manifestazione internazionale del  Premio "G.O.M.P.A." per la Cultura della "PACE NEL MONDO". Nato da un’idea di S. A. Ambasciatore Sandro Pulin e fortemente voluta dal Sindaco del Comune di Monreale, Avv. Filippo Di Matteo, e dall’Assessore alla cultura dello stesso Comune, Dott.ssa Lia Giangreco, il Premio "G.O.M.P.A." per la Cultura della "PACE NEL MONDO" tende a sottolineare l’importanza del tema trattato in un sodalizio tra alcuni dei maggiori rappresentanti del panorama artistico contemporaneo. Un legame artistico maggiormente rafforzato grazie all’istituzione di questo evento che, giunto alla sua seconda edizione, vuole focalizzare in un contesto altamente creativo il tema della pace e della solidarietà tra i vari popoli.

 

La mostra di Monreale, organizzata da EA EDITORE di Palermo, dona concretezza all’intento dell’Associazione G.O.M.P.A, accreditata presso l’ONU. L’Associazione vede alla base del suoi intenti costitutivi la tutela degli ideali di libertà, uguaglianza, democrazia, rispetto dei diritti umani e religiosi. Da vari anni le iniziative del G. O. M. P. A., FOR PEACE IN THE WORLD - VENICE sono sempre state protese a favore dei Paesi più bisognosi della Terra.

 

L’evento espositivo, patrocinato dalla Regione Siciliana (Assessorato regionale del turismo, dello sport e dello spettacolo) e dal Comune di Monreale, è curato da Sandro Serradifalco, ed è accompagnato dalla pubblicazione di un catalogo, edito da EA editore di Palermo. 

 

Giorno 29 giugno, alle ore 16, presso la sala consiliare del Comune di Monreale, si svolgerà la cerimonia di premiazione e inagurazione. Tra le varie autorità presenti: Il Presidente della Regione Siciliana, Dott. Rosario Crocetta, il Sen. Giuseppe Lumia, il Prof. Paolo Calabrese, ll Sindaco del Comune di Monreale, Avv. Filippo Di Matteo, l’Assessore alla cultura dello stesso Comune di Monreale, Dott.ssa Lia Giangreco, S. A. Sandro Pulin e l’Editore Sandro Serradifalco.

 

 
di Redazione Artarvalia (del 04/04/2012 h 17:08:28, in Altre Mostre , linkato 811 volte)

Il Museo di Roma, ospitato nel Palazzo Braschi , espone fino al 14 aprile 2013, la Mostra “Canova, il segno della gloria”.

 Prima di analizzare i contenuti di questa Mostra, è necessario soffermarsi sulla meravigliosa sede ospitante: il Palazzo Braschi vicino Piazza Navona, che conserva opere realizzate principalmente tra il Cinquecento e il Novecento. In questo spettacolare palazzo ci sono opere di artisti importanti, sia italiani che stranieri, come, per il Settecento, Pompeo Batoni e Joshua Reynolds o Ippolito Caffi con le sue vedute romane dell’Ottocento. Al secondo piano sono presenti affreschi, dipinti e sculture provenienti dalle raccolte di alcune rinomate famiglie romane quali Barberini, Torlonia e Rospigliosi.

Per meglio comprendere la Mostra “Canova, il segno della gloria”, bisogna sapere che Antonio Canova è un artista attivo e fecondo fra la seconda metà del Settecento e la prima metà dell’Ottocento. Questi secoli sono incredibilmente importanti sia a livello storico che artistico: infatti vengono riscoperte le città vesuviane di Ercolano e Pompei, le quali determinarono la nascita di uno movimento definito Neoclassico, che vedeva nell’arte antica un modello di riferimento. Questo è inoltre il periodo dell’Illuminismo, della Rivoluzione Industriale, della Rivoluzione Francese e della conseguente ascesa di Napoleone Bonaparte. Avvenimenti che culmineranno con il Congresso di Vienna (1814-1815), ove Canova si impose per la restituzione del patrimonio artistico italiano sottratto da Napoleone.

 Riconosciuto da tutti come grande scultore, Antonio Canova, viene presentato a Palazzo Braschi in modo decisamente particolare poiché viene mostrato il retroscena delle sue opere. L’intento della mostra è di far conoscere ciò che ha permesso all’artista di raggiungere tali incredibili risultati: il pensiero dell’artista e la fase progettuale dell’opera. Gli ambienti del primo piano ospitano 79 disegni, scelti fra i circa 1800 che costituiscono la raccolta, provenienti dal Museo civico di Bassano del Grappa (Veneto) donati da Giovan Battista Sartori Canova, fratello dell’artista. In mostra sono presenti anche alcune sculture, come un busto realizzato in gesso (Autoritratto), ove si possono notare i segni dei punti usati da Canova per prendere le misure nella trasposizione in marmo, alcuni dipinti come il Ritratto della famiglia Vitali e diversi intriganti studi su tela.

Molto significativa è la parte dedicata ai disegni esposti secondo due chiavi di lettura: l’interesse dell’artista nei confronti delle opere antiche e il rapporto da lui tenuto con i grandi del suo tempo. Si posso ammirare studi di sculture antiche come Castore e Polluce, il Gladiatore Borghese e disegnii di opere da realizzare : Ercole furioso scaglia Lica in mare, Paolina Bonaparte Borghese come Venere Vincitrice, le cui statue sono conservate a Roma rispettivamente alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e alla Galleria Borghese; inoltre troviamo studi di progetti per la realizzazione di rinomati e ammirati monumenti funebri, a Vittorio Alfieri( stele che si trova all’interno della chiesa Santa Croce di Firenze), a Maria Cristina d’Austria, a Napoleone Bonaparte e a molti altri importanti personaggi del suo tempo.

Sono presenti anche delle bellissime copie di acqueforti commissionate da Canova, a Domenico Marchetti, eseguite da Giovanni Tognoli, quando l’artista decideva di regalare alcuni dei suoi disegni, per avere sempre a disposizione un corpus aggiornato e completo delle sue opere. La sua raccolta, lasciata in eredità al fratello, è una delle più grandi che si siano ad oggi conservate.

 Le parole di Leopoldo Cicognara, storico dell’arte e grande amico di Canova, racchiudono perfettamente il modus operandi dell’artista: “solea gittare in carta il suo pensiero con pochi e semplicissimi tratti, che più volte ritoccava e modificava”. La mostra permette, infatti, di cogliere quel particolare momento intangibile, l’attimo dell’idea, e vedere come esso si sviluppa e progredisce fino a divenire qualche cosa di consistente, presente nello spazio, concreto.

Ivia Troianelli Roma, 28-03-13

 
di Redazione Artarvalia (del 09/12/2011 h 11:20:50, in Altre Mostre , linkato 910 volte)





L'Artista Socia di ART ARVALIA Fiammetta Gioja invita tutti gli amanti dell'Arte a visitare la Mostra S.P.Q.R.dal 10 al 23 dicembre 2011 alla Galleria d'Arte "Collezione Samam" Via Giulia 194/A (P.te Sisto) orario: mart-sab 10-13; 16,30-20
 
di Paola Salvini (del 01/11/2009 h 07:57:53, in altre Mostre, linkato 951 volte)

Via Margutta è una piccola via del centro di Roma, nel rione Campo Marzio, zona nota come il quartiere degli stranieri, alle pendici del monte Pincio, luogo di gallerie d'arte e di ristoranti alla moda, che anticamente ospitava botteghe artigiane e stalle. Negli anni cinquanta, dopo il film Vacanze romane, diventa una strada esclusiva, residenza di personaggi famosi, come Federico Fellini.

Si tratta di una parallela di via del Babuino, la strada che va da piazza del Popolo a piazza di Spagna.  L'etimologia è incerta, forse proviene da "Marisgutta", cioè Goccia di Mare, eufemismo per un ruscello che scendeva dalla villa dei Pincii, adoperato come cloaca naturale. Via Margutta, in origine, era un viottolo sul retro dei palazzi di Via del Babuino, dove si trovavano magazzini e scuderie. Alle falde della collina del Pincio, vi erano case di stallieri, muratori, marmisti, cocchieri e nel viottolo l'attività degli operai aveva grande spazio.

Nel medioevo un ignoto artista istituì la prima bottega dove si facevano ritratti, fontane e ringhiere, dando il la ad una fiorente industria che attirò la migrazione di artisti (per lo più stranieri, fiamminghi, tedeschi, ed anche italiani non romani) che lentamente costruirono case, botteghe e giardini sostituendo baracche, stalle ed orti. Monsignor de Merode, negli anni di papa Pio IX, intuì il cambiamento: comperò i territori delle pendici, impiantò le fogne e trasformò il vicolo in una strada nel piano regolatore.

 È una strada incantevole, tranquilla, si respira aria priva di smog, e sin dall'inizio, pur nel pieno centro di Roma sembra una "strada fuori porta", profumata dal verde e dalle vigne, e per questo prediletta dagli artisti, pittori, scultori, antiquari, anche se oggi tanti di questi studi sono divenuti abitazioni private.

L'annuale Mostra dei "100 Pittori a Via Margutta" , è un consueto appuntamento pittorico della Capitale. La rassegna è patrocinata da Comune e Provincia di Roma, dalla Regione Lazio, e da molti anni costituisce un interessante appuntamento per appassionati d'arte che rende Via Margutta una galleria d'arte all'aperto, presentando oltre 1.000 opere tra dipinti a olio, disegni, e acquerelli, anche di artisti poco noti, accuratamente selezionati, provenienti da molti paesi, impegnati in varie tipologie espressive come figurazione, astrattismo, ritratto, paesaggismo, simbolismo, surrealismo, ecc.

L'ingresso oltre che gratuito, è aperto a tutti (è una mostra di strada) e la visione delle opere è libera oltre che del tutto non impegnativa e casuale. Lungo il percorso della strada si incontrano gli stands degli Artisti dell'Associazione "Cento Pittori" e la  Fontana delle Arti  in marmo, a base triangolare,  sormontata da un secchio di pennelli (in relazione alla presenza degli artisti prevalente in questa via sin dal XVII secolo). Realizzata nel 1927 su progetto dell'architetto Pietro Lombardi, che creò altre fontanelle allusive agli stemmi dei rioni o alle attività dei luoghi di Roma. I due mascheroni centrali, uno triste ed uno lieto simboleggiano l'alterno stato d'animo degli artisti, e poggiano su mensole applicate su cavalletti da pittore, zampillano il loro debole getto d'acqua in due piccole vasche sottostanti. 

 Tra gli storici abitatori di questa via possiamo ricordare Giulietta Masina e Federico Fellini, Anna Magnani, Giovanni Del Lungo, Marina Punturieri (poi Marina Ripa di Meana), tra gli scrittori Guido Ceronetti, Piero Chiara, Elio Pagliarani, Gianni Rodari, tra gli scultori Leonardo Bistolfi, Duilio Cambellotti, Pericle Fazzini, Nino Franchina, Umberto Mastroianni, Assen Peikov, Achille Perilli; tra i numerosissimi pittori nel XX secolo Afro, Carla Accardi, Ugo Attardi, Giacomo Balla, Mirko Basaldella, Nino Costa, Giorgio De Chirico, Angelo Fois, Renato Guttuso, Mino Maccari, Mario Mafai con Antonietta Raphael, Luigi Montanarini, Novella Parigini, Angelo Savelli, Toti Scialoja, Giulio Turcato, Renzo Vespignani.

Tra gli Artisti della Rassegna dei "Cento Pittori" del 28-1 Novembre 2011 è stata presente la nostra Socia Pittrice Maria Grazia Addari con opere di pregio artistico e dallo stile inconfondibile.

 
di Paola Salvini (del 12/10/2009 h 07:58:43, in Altre Mostre , linkato 2311 volte)

Triennale Internazionale d’Arte 2011 di Roma”:emozioni, nobiltà e artisti

 I maestri dell'Arca dei Folli Nazzareno Tomassetti, Annunzia Fumagalli e Antonella Spinelli, hanno partecipato al successo della Triennale Internazionale d’Arte 2011 di Roma, una delle massime vetrine dell'arte contemporanea. Mostra che si chiuderà il 13 Ottobre. Evento ospitato nel ventre della chiesa di Santa Maria del Popolo, il complesso monumentale l'Agostiniana, un corpo d'arte antica con i capolavori di Caravaggio e Domenichino, l'altra con i nuovi protagonisti della pittura e scultura, che si rifà alla manualità, al contatto con colore, matita, tela, creta e pietra.

 All'evento L'Arca dei folli è stata invitata a partecipare con i suoi ospiti, oltre ai tre maestri erano presenti il Presidente dell'Arcail nonchè poeta Danilo Tomassetti, il Direttore artistico dell'Associazione M° Vince Tempera, compositore e direttore d'orchestra; i membri del Direttivo quali i Maestri della lirica Ambra Vespasiani, mezzosoprano ed Ettore Nova, baritono. Lo scenario è piazza del Popolo, dove si dirama il tridente, tre vie che s'incuneano nel cuore di Roma, con l'incanto delle chiese gemelle, sentinelle di via del Corso. Una piazza di fontane con cimasa il verde del Pincio, la terrazza della capitale.

 Emozioni ed ebbrezza, nella calda giornata romana, nell'attesa dell'apertura della mostra in piazza del popolo. Coriandoli di persone, a circondare la chiesa, nel concitarsi dei sentimenti d'attesa, artisti, maestri, ospiti e protagonisti di questa spatolata di creatività, letta nei loro sguardi e abbigliamenti, polvere di stelle delle diverse personalità. La sala della presentazione, grano e sale di sapienza, il vocabolo che si fa parola, attraverso la voce del curatore della manifestazione il prof. Conte Daniele Radini Tedeschi, usando la parola come spada affilata, lui convinto assertore che l'arte deve essere lavorio e sapere, lancia un guanto di sfida alla dubbia modalità dell'arte contemporanea, invitando i critici presenti a sfidarlo e contraddirlo.

Altro tono, più legato alla tradizione moderna, quello del Prof. Sergio Rossi, responsabile del padiglione internazionale. La curatrice del padiglione italiano Dr.ssa. Stefania Pieralice utilizzava modi ed eleganza di parola, pari alla sapienza estetica dei lavori da lei selezionati. La parola è evocativa ma su di essa si elevava la voce delle opere di quadri e statue, un mosaico di lettera a costituire un racconto di bellezza, superando i confini delle diverse tecniche ed ispirazioni delle muse. Opere selezionate senza il filtro dei padrini dell'arte moderna, coloro che vogliono dettare i tempi, i modi e la capitalizzazione di opere e maneggi a fini pubblicitari che nulla hanno a che fare con l'autentica luce dell'arte.

 La Dr.ssa Stefania Pieralice è stata estremamente felice della partecipazione degli artisti dei folli, tanto da proporre una mini personale al M° Nazzareno Tomassetti, al quale ella ha dichiarato che la valenza delle opere era concorde con il suo alto profilo biografico. Il prof. Conte Radini Tedeschi, con modi e vocabolario aristocratico, ha definito gli artisti dell'arca persone perbene poi li ha invitati ad esporre nella prossima triennale. In altra sala il chiacchiericcio da vernice, candelabri, piatti di ostriche e champagne, volti e sguardi a cercarsi, scrutarsi, ammirando l'opera l'un dell'altro. Tra loro il fiore della nobiltà romana, principi marchesi e conti, noti volti televisivi tra i quali l'imitatrice e pittrice Emanuela Aureli, i cantanti Marina Occhiena e Massimo Di Cataldo, i quali si sono intrattenuti con il M° Vince Tempera, che da lui sono stati diretti a San Remo.

 Tra gli altri artisti partecipanti:

Luca Tornambé, Bruno Pierozzi, Luciano Perfetti, Paolo Terdich, Antonio Santoro, Fabio Giocondo, Ivana Castelliti, Fernanda Andrea Cabello, Patrizio Farinacci, Clara Benedetti Orsano, Delinda Cecchelli, Nazario Serra, Ferdinando Ragni, Claudio Apparuti, Mariagrazia Omodeo, Ilaria Faraoni, Patrizia Testoni, Celestina Salemi, Anna Laura Millacci, Roberta Sedocco, Giuseppe Ribechi, Caterina De Angelis, Aurelio Scotto, Gabriele Nodari, Marinella Albora, Monica Morganti, Elettra Spalla Pizzorno, Mauro Braglia, Duilio Marchesini, Giuliana Fusari, Giosi Costan, Elisbetta Losi, Silvia Brunone, Antonino Romano, Alessio Papa, Giorgio Carluccio, Carla Sassaroli, Carlo Balljana, Alessio Serpetti, Pietro Olivieri, Maurizio Muscettola, Riccardo Giulietti, Irene Di Biagio, Ugo Bongarzoni, Valter Candotti, Nicola Falcone, Franco Siciliano, Roberto Lalli, Fabio Castagna, Paola Salvini, Maria Luisa Cialdella, Giuseppe Salvatore, Elena Costanzo, Giuliana Iannotti, Vitaliano Angelini, Sergio Siddu, Ena Paciaroni, Romeo Mesisca, Anna Castoro, Livio Lopedote, Carmelo Crea, Fernando Tiboni, Stefania Cappelletti, Anna Maria Masoni, Tarquinio Bullo, Barbara Pazzaglia, Patricia Del Monaco, Pino Conestabile, Salvatore Ponti, Takane Ezoe, Maria Teresa Eleuteri, Maria Carmen Salis, Tiziana Parziale, Roberto Andreghetti, Mimmo Milano, Paolo Vasuino, Lucia Ida Viganò, Cristina Maddalena, Andrea Cardia, Andreana Parricelli, Elena Asseeva, Marcello Sassoli, Maria Savino,Ivano Pardi, Graziella Paolini Parlagreco, Luigi Settembrini, Antonio Ricci, Maria Rita Ridolfi, Chiara Maresca, Barbara Hohen, Adriana Montalto, Tina Bernardone, Alessandro Meschini, Antonello Massariello, Alberto Besson, Patrizia Murazzano, Renata Tipaldi, Vania Tanchis, Tina Stati, Vito Distante, Kaori Tommasoni, Eraldo Bigarelli, Fabio Mondella, Fabio Fidanza, Francesca Guetta, Bruno Domenico Filacchione, Fulvio Paci, Marisa Funari, Giovanni Muccitelli, Moira Bigelli, Rita Paola, Giovanna Riggi, Caterina Brunetto, Francesca Loconsole, Luigi Mapelli, Maria Carletti, Corrado De Benedictis, Antonella Scaglione, Flora Torrisi, Eugenio Cenani, Maria Nobili, Roberto Proietti, Roberto Ranno, Loretta Antognozzi, Valentina Vivacqua, Adriana Di Dario, Marco Bordieri, Valentina Valente, Paolo Miserini, Emanuela Aureli, Virginia Bianchetti, Mauro Trotta

 
di Liliana Ummarino (del 18/05/2009 h 20:34:59, in Altre Mostre , linkato 1328 volte)

Sabato 23 maggio 2009, nei giardini di Palazzo Racani Eggi (Spoleto), si è svolta una mostra d'arte e gara di solidarietà denominata "Una tela per Emergency".

La socia Liliana Ummarino ha partecipato alla mostra, con un'opera dal titolo Figure nella notte (olio su tela a spatola, cm 80 x 60), donata per beneficenza alla associazione Emergency.

Sono intervenute molte personalità della cultura. C'è stato anche l'intervento del medico chirurgo Maurizio Cardi e del Gruppo volontari Emergency.

 
di Redazione Artarvalia (del 14/05/2009 h 00:00:00, in Altre Mostre , linkato 1349 volte)

Il nostro socio Primo Gambini ha partecipato alla mostra "Anteprima di Art'Ambiente" , all'interno di MoTechEco, Salone della Mobilità Sostenibile, tenutosi al Palazzo dei Congressi di Roma EUR nei giorni 14, 15 e 16 maggio 2009.

All'apertura del Salone il giorno 14 maggio sono intervenuti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, il Ministro delle Politiche agricole Luca Zaia, il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo.

 
di Antonello Anappo (del 02/05/2009 h 00:00:00, in Altre Mostre , linkato 1184 volte)

La nostra Socia bergamasca Tiziana Rossi ci comunica che ha inaugurato un'esposizione personale "Incontro con l'Arte, nel Ristorante Ristorandò di Cisano Bergamasco (Bergamo), il 1° maggio 2009, presentando una serie di lavori pregevoli di diversi soggetti e tecniche sperimentate e raffinate.

La mostra continuerà fino al 30 giugno 2009, ore 12 - 24 (lunedì escluso).

 
di Anna Maria Trinchieri (del 01/06/2008 h 04:13:16, in Altre Mostre , linkato 1440 volte)

Il giorno 23 giugno 2008, allestita in modo egregio nei sontuosi e prestigiosi saloni di rappresentanza della Caserma dei Carabinieri “Salvo D’Acquisto” di Roma, è stata inaugurata la Mostra d’arte “Un pezzo di cielo”, organizzata dall’Associazione Internazionale “Gli Amici del Risveglio” per raccogliere fondi da destinare al sostegno dei malati in coma e delle loro famiglie, durante il periodo di ospedalizzazione ma soprattutto dopo, quando comincia la lunga e difficile riabilitazione.
Gli Artisti di ART ARVALIA, M. G. Addari, M. Bruziches, V. De Petrillo, P. Gambini, M. G. Pavia, T. Rossi, P. Salvini, A. M. Trinchieri, hanno partecipato molto generosamente all’iniziativa, donando una loro opera che verrà venduta all’asta, il cui ricavato sarà dato ad un bambino che deve essere curato in un centro specializzato americano per un lungo periodo.
Alla manifestazione erano presenti Autorità militari, come il Capitano dei Carabinieri De Nico, Rappresentanti dell’Associazione organizzatrice, come la Presidente Donna Maria Rosaria Parisi, il Prof. Enrico Malatesta Ripanti, il Cerimoniere Maurizio Prosperi, il Direttore Artistico Sabrina De Marchi e altre Personalità del mondo della Cultura e dell’Arte.
Dopo gli interventi di apertura dell’evento, interessanti e commoventi per le esperienze raccontate in prima persona, sono stati consegnati agli Artisti gli Attestati del PREMIO ROMA 2008.
Anche la nostra Associazione ART ARVALIA è stata insignita di un Diploma di partecipazione all’evento.
Sabato 28 p.v. ci sarà la Premiazione di alcuni Artisti scelti dalla Giuria presieduta dalla Dott.ssa Cinzia La Marra.
Vi invitiamo calorosamente a visitare la Mostra ricca di opere di pregio ed eventualmente acquistarne una per sostenere l’iniziativa di grande rilevanza sociale.

 
di Marzia Marturano (del 22/03/2008 h 04:36:55, in Altre Mostre , linkato 1294 volte)

                                      Manifestazione 16 e 17 Febbraio 2008
L’ARTE PER L’ARTE . Due giornate indimenticabili. 
Essere cittadini attivi è una leale posizione verso la società di appartenenza, essere    artisti  impegnati nel sociale è una determinante scelta di cultura. 
ART ARVALIA ha sostenuto con estrema convinzione il progetto di intellettuali  e              politici  che  hanno proposto a Roma la valorizzazione di tutta la città senza escludere le aree periferiche, spesso lasciate nel degrado. Due giornate di un gelido febbraio che ha unito diversi artisti della capitale e del lazio che si sono incontrati in un grande spazio inutilizzato, l’ex mercato di Corviale, nel XV Municipio. Molti i rappresentanti di diverse associazioni artistiche che con estrema allegria hanno rivendicato il diritto di visibilità per la produzione di arte contemporanea in Italia , spesso in ombra per mancanza di laboratori e studi da aprire al pubblico. Ogni personalità ha esposto un’opera, “manifesto” libero da ogni sovrastruttura…l’opera d’arte parla da se. In pochi minuti l’expo ha “profanato” in bene la fredda architettura, ha dato un’impronta di originalità e di elegante ingegno con sculture , quadri e opere grafiche. Gli artisti e le artiste presenti, di ceto e di età diverse, con grande impeto hanno manifestato in favore di una reale campagna di sensibilizzazione per interagire onestamente con un mercato dell’arte che spesso “invalida” persone con forti impulsi creativi. “Oh, impara a leggere ciò che l’amore muto scrive: Ascoltare con gli occhi è il sottile ingegno dell’amore” (Shakespeare, Sonetti d’amore, XXIII) Ripeto: l’opera d’arte parla da se.


Marzia Marturano 

 
di Paola Salvini (del 09/01/2008 h 04:25:33, in Altre Mostre , linkato 1474 volte)

I Monaci Benedettini Silvestrini del Monastero di San Vincenzo a Bassano Romano, nel III anniversario della scomparsa del Papa Magno, sono stati i promotori dell’evento Omaggio a Papa Giovanni Paolo II, celebrando il 2 aprile alle ore 17 la Santa Messa, presieduta da Sua Ecc.za mons. Romano Rossi, vescovo della Diocesi di Civita Castellana, ed accompagnata dai canti liturgici delle Monache benedettine di Orte.

Alla fine della suggestiva ed emozionante funzione le Autorità religiose hanno inaugurato insieme a un folto pubblico la mostra Internazionale “Ritratti di Papa Giovanni Paolo II”, con opere di pittura, scultura, grafica di vari artisti, e “Immagini del Papato di Giovanni Paolo II", con foto e memorie di fotografi e giornalisti.

Durante la Mostra che si svolge dal 2 Aprile al 31 Maggio 2008 con accesso libero e gratuito e con orario: 10,00-12,30 / 15,00-17,00, sono esposti anche alcuni oggetti del Papa Magno: lo “ zucchetto papale”, la sua “Croce Pettorale” e una “ casula” usata per le S.Messe nella Sua cappella privata.

Il Presidente dell’Accademia “La Sponda” di Roma dott. Benito Corradini ha organizzato la Mostra “Ritratti di Giovanni Paolo II”, invitando vari artisti romani, nazionali e internazionali tra cui le pittrici Maria Grazia Addari e Paola Salvini che hanno esposto le loro opere ispirate al Pontefice.

Al termine della manifestazione che finirà il 31 Maggio, gli artisti espositori potranno donare le opere per il nuovo Museo dedicato a Giovanni Paolo II nello stesso Monastero di S.Vincenzo a Bassano Romano.

L’artista Maria Grazia Addari ha esposto l’opera pittorica intitolata “ Apoteosi della Cristianità”, completata nel 2008, olio su tela, diametro cm 90, che raffigura:  l’Apoteosi della Cristianità moderna rappresentata dalle due grandi personalità della chiesa, prossimi alla santificazione, il Pontefice Magno Giovanni Paolo II e la illuminata Madre Teresa di Calcutta.

L’artista Paola Salvini ha esposto un’opera intitolata “ Papa Santo” del 2008 in tecnica mista su tela, cm 50 x 70 che rappresenta:  Papa Giovanni Paolo II , padre di tutti, che ha protetto e illuminato con i suoi esempi di amore e di perdono il mondo, per unirlo nella pace, superando la propria e altrui sofferenza umana e che come Gesù crocefisso sul Calvario, con la santificazione risorgerà per rimanere luce spirituale sempre tra noi.

 
di Liliana Ummarino (del 10/09/2007 h 00:00:00, in Altre Mostre , linkato 1355 volte)

Art Arvalia vi segnala la rassegna d'arte collettiva denominata "ARTISTI A TUTTO TONDO" alla Galleria Ottagoni, via Goffredo Mameli 9 , Roma e vi invita alla sua inaugurazione il 4 Dicembre alle ore 17,30.

La mostra sarà aperta fino al 13 Dicembre. Tra gli espositori ci sarà la nostra socia Liliana Ummarino che esporrà una sua opera e farà una performance di poesia. Vi aspettiamo numerosi.

 
di Redazione Artarvalia (del 08/01/2007 h 00:00:00, in Altre Mostre , linkato 1678 volte)

LILIANA UMMARINO - TrinitàArtarvalia vi segnala la rassegna d'arte collettiva "Spazi creativi", presso il Centro Internazionale OAD in via del Corso, 45, dal 2 all'8 febbraio 2008, sul tema: "Un'espressione compositiva di arte contemporanea di pittura, scultura e poesia, ispirata alle città ed agli spazi interiori e reali, vissuti ed amati dagli artisti".

Saranno esposte le opere di Liliana Ummarino, Liliana Bordoni, Luisa Muzi, Marco Vettraino, Freddy Toledo, Marco Sobrero, Luigi Maisto, Luigi Scisci, Luana Marinelli, Tiziana Nicolai, Antonio Presutti, Sergio Muntoni.

La rassegna sarà visitabile con orario 10,30-12,30 e 16,00-19,30 (aperto anche domenica e festivi). L'inaugurazione è sabato 2 febbraio alle 18 (curatrice Caterina Zonno, presentazione critica dott.ssa M. T. Palitta e Leonardo Zonno; lettura di testi poestici a cura di Giuseppe Alagna).

 
Paginazione: 1